Nome
    Email
    Scrvi qui la tua domanda

    – OR –

    QUI SOTTO POTRAI TROVARE RISPOSTA ALLE DOMANDE PIU’ FREQUENTI:

    D
    Se la mia azienda ha debiti ed è in crisi, posso ancora salvarla?
    RSe la tua azienda è in crisi, possiamo valutare un piano di risanamento o di ristrutturazione che ti permetta la prosecuzione dell’attività, oppure un’operazione di continuità indiretta (acquisizione, fusione ecc..) con eventuale conservazione del patrimonio e delle maestranze aziendali.
    D
    Se ho la casa all’asta, posso salvarla?
    RA seconda dello stato di avanzamento della procedura esecutiva, possiamo valutare se ci sono i presupposti per la sospensione dell’asta, ed ottenere la conseguente liberazione da tutti i debiti ricorrendo alla procedura di sovraindebitamento.
    D
    Se ho lo stipendio pignorato, posso ottenere la sospensione del pignoramento?
    RDipende dallo stato di avanzamento della procedura esecutiva. Grazie alla procedura di sovraindebitamento, possiamo valutare ci sono i presupposti per ottenere o meno la sospensione del pignoramento, e la conseguente liberazione da tutti i debiti. In caso positivo, i ratei del quinto che ti è stato pignorato e che sono stati trattenuti dal datore di lavoro prima della pubblicazione della sentenza di omologazione della procedura, dovranno essere riversati nella procedura di sovraindebitamento, mentre quelli futuri torneranno nella tua busta paga, salvo poi la rata che sarai tenuto eventualmente a versare alla procedura di sovraindebitamento.
    D
    Se la mia casa è stata già venduta all’asta, posso risolvere ugualmente i miei problemi di debiti?
    RCerto, non solo puoi, ma se, come avviene nella maggioranza dei casi, la somma incassata dalla vendita dell’immobile non copre il tuo debito totale, sarebbe opportuno che tu decida di risolvere una volta per tutte i tuoi problemi di debiti valutando di accedere ad una procedura di sovraindebitamento, altrimenti corri seriamente il rischio di subire altri pignoramenti, ad es. sullo stipendio o sui conti correnti.

    Ti faccio un esempio:

    se avessi un debito con la banca di 140.000,00 euro e casa tua venisse venduta all’asta a 70.000,00 euro, questo ricavato non verrebbe interamente incassato dalla banca in quanto quest’ultima sarebbe comunque tenuta a pagare le spese di procedura (perizia dell’immobile, spese di pubblicità delle vendite, spese legali e spese vive ecc..), spese che quantificheremo, a titolo di esempio, in 10.000 euro. La banca quindi incasserebbe 60.000,00 euro puliti, e tu rimarresti ancora debitore nei suoi confronti della differenza, pari ad 80.000,00 euro. Ora, se prendessi uno stipendio di 1.500,00 euro mensili, il tuo quinto pignorabile sarebbe di 300,00 euro mensili. Quindi, se la banca ti pignorasse il quinto per recuperare gli 80.000,00 euro, tu saresti assoggettato al pignoramento del tuo quinto per circa 266 mesi, ovvero oltre 20 anni! Invece, avviando una procedura di sovraindebitamento, il tuo impegno nei confronti di tutti i  creditori (non solo della banca ma anche del Fisco e di tutti gli altri creditori, nessuno escluso) mediamente non andrebbe oltre i 7-8 anni, ovvero non oltre i 3 anni se scegliessi una procedura liquidatoria.

    D
    Quanto costa una procedura di sovraindebitamento?
    RIl costo dipende molto dai valori dell’attivo (ossia del tuo patrimonio mobiliare ed immobiliare) e del passivo (ossia dei tuoi debiti). Difatti, il costo che dovrai sostenere viene calcolato utilizzando specifici parametri Ministeriali. Ove fossi interessato, potremo effettuare una due diligence ossia un’analisi della tua situazione generale, ed elaborare un preventivo personalizzato sufficientemente attendibile.

    – SE NON HAI TROVATO RISPOSTA AI TUOI DUBBI, NON ESITARE A FISSARE UN APPUNTAMENTO NON IMPEGNATIVO.

    INVIACI LA TUA RICHIESTA E VERRAI RICONTATTATO AL PIU’ PRESTO –