201502.11
0
0

Anatocismo ed usura: per il Tribunale di Firenze è fraudolento il decreto ingiuntivo della banca, basato su clausole nulle. Fondata l’exceptio doli del garante che si oppone.

prima pagina ordinanza

prima pagina ordinanza

Con ordinanza del 10.02.2015, la terza sezione del Tribunale civile di Firenze, nella persona del Giudice Dott.ssa Anna Primavera, ha rigettato la richiesta della banca di concessione della provvisoria esecutorietà di un decreto ingiuntivo su scoperto di conto corrente. Il decreto ingiuntivo, opposto da due garanti, è stato considerato dal Giudice atto fraudolento od abusivo, in quanto fondato su clausole nulle (nullità della clausola “uso piazza” della determinazione e capitalizzazione degli interessi passivi). Il Tribunale ha accolto l’exceptio doli (eccezione di dolo) sollevata dall’Avv. Berardo Di Ferdinando, il quale ha fornito la prova che la banca era consapevole della nullità delle clausole del contratto di conto corrente inerenti la capitalizzazione degli interessi. Questa eccezione ha anche permesso di superare la clausola, presente sulle fideiussioni di prima richiesta, con cui i garanti avevano rinunciato, in sede di stipula, ad opporre eccezioni su ogni tipo di questione riferita al rapporto principale (fra cui anche contestazioni di anatocismo ed usura).

Un altro importante traguardo raggiunto dal nostro studio legale. Clicca qui per leggere l’ordinanza.