201410.29
0
0

Equitalia condannata a risarcire i danni ad un nostro cliente.

articolo Ceci seconda vittoria

Il Giudice di Pace di Atri ha condannato la Prefettura di Vibo Valentia ed Equitalia Sud a risarcire i danni subiti da un cliente del nostro studio, equitativamente determinati in €.50,00 oltre spese legali.

Motivo? mancanza di diligenza di Equitalia nel controllo delle somme iscritte al ruolo.

Scrive testualmente il Giudice in sentenza: “..l’Equitalia ha l’obbligo di controllare la regolarità formale e sostanziale dei ruoli nonché predisporre le cartelle esattoriali ed eseguire la procedura esecutiva seguendo le leggi. In sostanza è obbligata a verificare la reale sussistenza del credito presupposto nell’esecuzione della misura cautelare; pertanto la grave negligenza nell’inadempimento di tali doveri può dar luogo a risarcimento del danno, a titolo di responsabilità per lite temeraria, a causa del mancato uso di un minimo di diligenza e controllo della legittimità dei propri atti“. Prosegue poi dicendo: “Alla luce di quanto sopra, il comportamento tenuto dagli enti convenuti in violazione del dovere di diligenza, e quindi certamente caratterizzato da colpa, ha causato stress, disagio e ansia all’utente, conconcretizzatosi in un peggioramento della qualità della vita.“. La pronuncia, che certamente ricalca altri precedenti giurisprudenziali analoghi, conferma la possibilità non solo di far invalidare in qualsiasi momento le cartelle esattoriali, ma anche di ottenere un risarcimento del danno, laddove l’Equitalia abbia agito con negligenza e mancanza di rispetto delle leggi. (articolo pubblicato sul quotidiano “Il Centro” del 29.10.2014 – Autore: Antonella Formisani).

(Avv. Berardo Di Ferdinando)
© studiolegalediferdinando.it – Avv. Berardo Di Ferdinando. E’ vietata la riproduzione anche parziale. Tutto il materiale è protetto dalla normativa sul diritto d’autore. Tutti i diritti riservati.